instagram
youtube

Ciò che rende un allenamento perfetto…..è cosa mangi dopo!

S1 TRAIL….21 KM DI NATURA E FOLLIA!!

S1 TRAIL….21 KM DI NATURA E FOLLIA!!

Ragazzi che soddisfazione aver concluso la mia prima esperienza trail!! La gara è stata veramente molto molto impegnativa e sembrava non finire più. Fortunatamente il meteo è stato clemente perché non ha piovuto, non faceva freddo e la ‘Bora’ è stata la grande assente della manifestazione.

Come tutte le ‘prime volte’ ti fai all’incirca un’idea di come sarà la gara ma poi viverla di persona è molto diverso. Siamo partiti alle 11.30 e già dopo i primi chilometri ho iniziato a capire che il ‘trail’ è un’altra cosa. Il terreno già da subito era davvero impegnativo: tantissimo fango, pietraie, pozzanghere, single track stretti e ripidissimi….faceva molto ‘Rambo’. Io e il mio compagno di avventura Luca, ci eravamo dati come obiettivo 3.45/4 ore per arrivare il traguardo. Ci siamo resi conti che siamo stati troppo ottimisti quando dopo i primi 5 km il Gps segnava 50 minuti1 Ma non ci siamo scoraggiati e abbiamo proseguito…ignari di quello che dovevamo ancora affrontare…..

Intorno all’ottavo chilometro ci ritroviamo lungo un tratto di strada sterrata completamente immersi nel bosco e tra una chiacchiera e l’altra ci rendiamo conto che da un bel pezzo di strada siamo da soli. I gruppetti davanti e dietro a noi non ci sono più. Non ci sono cartelli, segnalazioni, niente di niente. A quel punto un dubbio temibile ci assale…’mica ci saremo persi?’ Sì! Ci eravamo persi!! 

Affrettando il passo torniamo sui nostri passi e arriviamo al bivio dove avevamo imboccato la strada sbagliata. Anche qui però non ci sono segnalazioni e non riusciamo a capire dove siamo. Improvvisamente dei rintocchi di campana ci fanno capire che siamo vicini ad un paese quindi ci dirigiamo in direzione del suono delle campane. Un ciclista ci viene incontro e ci conferma che siamo sulla strada sbagliata, bisogna tornare indietro e andare verso il mare. Faccio un calcolo guardando il GPS…abbiamo corso circa 3 km in più.

Con il morale sotto i tacchi procediamo e finalmente ci rimettiamo sul percorso di gara. Il sentiero è sempre più duro. Si scivola moltissimo, bisogna restare lucidissimi e guardare bene dove mettere i piedi. Dopo un arco di tempo che ci è sembrato un’infinità arriviamo al secondo ristoro. Il mio GPS segna 15.60 km quindi manca poco più di 5 km ed è fatta!!! ……neanche il tempo di entrare nella zona ristoro e la dura realtà si svela davanti ai nostri occhi….all’arrivo mancano 11,70 km!!! il mio calcolo era impreciso, avevamo corso 5 km in più.

E’ stato il momento più brutto di tutta la mia carriera podistica. Mi è presa una sensazione di sconforto, delusione, preoccupazione all’idea di altri 11 km di fatica, con il buio che pian piano iniziava a scendere e i primi brividi di freddo….ma non ci siamo fatti scoraggiare troppo e siamo ripartiti. Gli ultimi 5 km sono stati i peggiori con alcuni tratti presidiati dal soccorso alpino con la corda a lato per reggersi….e un bello scivolone me lo sono fatta comunque! All’ultimo chilometro non ce la facevo proprio più…..e poi finalmente, dopo più di 5 ore ecco il traguardo in lontananza. E’ stata una vera e propria liberazione e poi guardando la mia splendida medaglia al collo una grande soddisfazione. 21 km durissimi, 21 km di pura follia, 21 km dove rischi di farti veramente male. Vuoi sapere se li rifarei? Assolutamente….SIII! S1 trail ci si rivede il prossimo anno!!!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *